venerdì 10 agosto 2007

PERDONO: DONO PER...


Ciao a tutti.

Alle volte mi capita di parlare del perdono, oppure che qualcuno mi mette davanti problemi di gruppo o di coppia.


In questo post, vi riporto una storiella per capire come bisogna vivere il perdono e, sopratutto, cosa significa nella vita di ogni giorno e nella vita cristiana. Personalmente quest'estate è due volte che ci sbatto il muso, adesso la propongo alla vostra riflessione.




Una storia racconta di due amici che camminavano nel deserto.
In qualche momento del viaggio cominciarono a discutere, ed un amico diede uno schiaffo all'altro, questi addolorato, ma senza dire nulla, scrisse nella sabbia: "Il mio migliore amico oggi mi ha dato uno schiaffo".
Continuarono a camminare, finché trovarono un'oasi, dove decisero di fare un bagno. L'amico che era stato schiaffeggiato rischiò di affogare, ma il suo amico lo salvò.
Dopo che si fu ripreso, scrisse su una pietra: "Il mio migliore amico oggi mi ha salvato la vita".
L'amico che aveva dato lo schiaffo e aveva salvato il suo migliore amico domandò: "Quando ti ho ferito hai scritto nella sabbia, e adesso lo fai su una pietra, perché?". L'altro amico rispose: "Quando qualcuno ci ferisce dobbiamo scriverlo nella sabbia, dove i venti del perdono possano cancellarlo. Ma quando qualcuno fa qualcosa di buono per noi, dobbiamo inciderlo nella pietra, dove nessun vento possa cancellarlo".
Impara a scrivere le tue pietre nella sabbia ed a incidere nella pietra le tue gioie.

Nessun commento: