mercoledì 31 ottobre 2007

CHIAMATI ALLA SANTITA'

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

La celebrazioni di tutti i Santi ci richiama il cammino che si segna fin dal giorno del nostro battesimo: la santità.
Festeggiare tutti i Santi è guardare coloro che già posseggono l’eredità della gloria eterna. Quelli che hanno voluto vivere della loro grazia di figli adottivi, che hanno lasciato che la misericordia del Padre vivificasse ogni istante della loro vita, ogni fibra del loro cuore. I santi contemplano il volto di Dio e gioiscono appieno di questa visione. Essi non sono statue collocati nelle nicchie ma fratelli maggiori che la Chiesa ci propone come modelli perché, peccatori come ognuno di noi, tutti hanno accettato di lasciarsi incontrare da Gesù, attraverso i loro desideri, le loro debolezze, le loro sofferenze, e anche le loro tristezze.
Il Vangelo di Gesù ci dice che è possibile cambiare il corso della nostra vita. «Beati voi», dice infatti il Vangelo di Gesù (Mt 5,1-12): voi che siete poveri, afflitti, indifesi; voi che cercate giustizia, che siete perseguitati... «Beati voi, rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli»; perché davvero cambierà il corso della vostra vita; perché davvero raggiungerete quella vita buona e serena che fin da piccoli avete sognato. Appunto questa grande promessa ci viene fatta dal Vangelo di Gesù. Ma proprio una tale promessa ci appare lontana ed irrealizzabile: soprattutto nei momenti difficili della nostra vita, quando ci rassegniamo a dimenticare i nostri desideri, smarrendo ogni speranza. In questi momenti il nostro scetticismo ci sembra più forte di qualsiasi promessa: e le sofferenze di ogni giorno non fanno che confermare una simile impressione. Eppure anche dallo scetticismo si può uscire. Ed oggi lo possiamo fare guardando alla storia cristiana che ci ha preceduti: possiamo uscire dalla scetticismo ricordando i santi, e cioè quegli uomini e quelle donne che in tutta la loro vita hanno creduto e sperato nel Vangelo di Gesù.
Preghiamo la Vergine Maria, la Regina di tutti i Santi, perché ci riporti instancabilmente al senso di povertà, ed imparare da lei a ricevere tutto come un dono gratuito del Figlio.

clicca sull'immagine





3 commenti:

Luce ha detto...

Gentilissimo fra Vincenzo,
da poco ho scoperto il Suo blog e mi sono ritrovata a leggerlo spesso ed apprezzare le Sue parole e di questo volevo ringraziarLa.
Il vangelo di oggi è bellissimo ed offre tanti spunti di riflessione.
Anche la giornata di oggi, dedicata ai Santi, ci regala tante testimonianze importanti di persone come noi che, nonostante i loro limiti e le loro debolezze, hanno seguito un percorso di fede e un cammino cristiano che dovremmo seguire come modello.
Mi piacerebbe se lei potesse consigliare qualche testo o sito internet per conoscere o approfondire la vita di alcuni Santi.
Grazie ancora per il Suo Blog.

Luce ha detto...

Le vite dei Santi sono un tema che mi ha sempre affascinato.
Grazie di cuore, sia per i consigli che per il blog, sempre ricco di spunti preziosi.

fra Vincenzo ha detto...

Affascinarsi delle persone che hanno ricevuto la corona di gloria è sinonimo di buon auspicio per un cammino all'insegna della santità. Auguro che i santi non siano nomi o persone da venerare su un'altare, ma nella vita di tutti i giorni per ritrovarsi un giorno con loro.