sabato 22 dicembre 2007

MESSAGGIO PER UN SANTO NATALE

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

Siamo alle porte del Santo Natale. Tutto si colora di oro e d'argento, e tutto intorno si illumina di mille luci. Ormai è di rito scriversi auguri banali, anche se non ci crediamo minimamente.
A Natale, improvvisamente, sembrano tutti più buoni e felici... ma i sentimenti di amore e di gioia che caratterizzano questa ricorrenza dovrebbero illuminare la vita delle persone ogni giorno.
Oggi il Natale è diventato solo corsa a chi fa il più bello e costoso regalo. Oggi il Natale vuole dire spendere: più spendi e più ti sembra di fare felice una persona dimenticando il senso profondo e spirituale di questa festa. Allora "Svegliati, uomo: perché per te Dio si è fatto uomo" (Sant'Agostino) e come svegliarci se non attraverso la preghiera?
La preghiera in questo periodo deve essere più intensa, come più intensa è la corsa ai preparativi. La preghiera deve essere più intensa, perché tanti sono i desideri del cuore. Anche gli affetti familiari, per svariati motivi, sono lontani... e lì regna la tristezza, perché il Natale, è un giorno benedetto, è un giorno di gioia e gratitudine. Giorno in cui ci sentiamo tutti più vicini per condividere gioie e speranze, fatiche e sofferenze.
Il Natale di Gesù, mistero dell'amore di un Padre infinitamente vicino ad ogni suo figlio. Un Natale, dove Dio, di nuovo, scommette sull'uomo e ancora una volta gli chiede ospitalità!
Preghiamo perché il Natale ci porti la vera gioia. Natale significa pace, amore, serenità, armonia in famiglia, andare nel bosco in cerca del muschio per fare il presepio, per poi addobbare l'albero di Natale con i bambini o insieme a tutta la famiglia. Il Natale è amore e unione ma non solo il 25 dicembre, ma ogni giorno dell'anno, ogni giorno della nostra vita. Abbiamo bisogno di scaldare questo natale al "camino della nostra fede", per far brillare la luce del Bambinello dentro e fuori di noi. Entriamo insieme, chinati, nella grotta, piccoli e umili per accogliere il vero spirito del Natale, per comprendere quanto infinito è stato ed è l'Amore che ha spinto Dio a farsi così vicino a tutti noi! Il presepe ci permetterà di scorgere nel volto dei vari personaggi il volto di tutti noi.
Preghiamo e adoriamo il Divin Bambino e ringraziamolo per quel grande amore che lo ha portato fino a rivestirsi della nostra natura mortale. Supplichiamolo di concederci la grazia e la forza per spogliarci delle nostre passioni e rivestirci delle virtù, di cui Lui è stato un così prezioso esempio.
L'augurio è quello di accendere una luce nel cuore dei tristi e di colorare la vita delle persone grigie, magari regalando un sorriso sincero agli amici e donando un abbraccio caloroso a chi amiamo.
A tutti voi e alle vostre famiglie i più cari auguri di Buon Natale e un felice e sereno anno 2008!

4 commenti:

Luce ha detto...

Carissimo fr. Vincenzo, ricambio qui i suoi auguri affettuosi e la ringrazio per le parole e i pensieri di gioia e amore che leggo sempre sul suo blog.
Da un po' di tempo, tranne pochi rari casi, evito i regali a Natale, al massimo un pensierino, proprio perché non voglio entrare nella frenesia che prende tutti. Perché non voglio che il Natale sia una corsa ai regali, ma una festa d'amore che dovrebbe continuare ogni giorno dell'anno.
BUON SANTO NATALE!

Serena ha detto...

Cari auguri e grazie per il suo servizio così prezioso.

Serena ha detto...

Cari auguri e grazie per il suo servizio così prezioso.

fra Vincenzo ha detto...

Grazie Luce,
grazie Serena,
l'amore di Dio che sorpassa ogni cosa vi ricolmi dei suoi doni e porti ai vostri cuori, pace, gioia e amore da diffondere senza nessun timore, come fece santo Stefano.