sabato 8 marzo 2008

LA FORZA DELL'AMORE VINCE TUTTO

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

Il vangelo di questa domenica riporta l'ultimo segno di Gesù prima della sua passione: la risurrezione di Lazzaro (vedi Gv 11,1-41), anticipazione di quella di Cristo stesso, e ne spiega il significato: Gesù è risurrezione e vita per chi crede in Lui.
Il termine vita è un termine chiave del vangelo di Giovanni, tanto da costituirne un tema dominante. Cristo è la vita: chi accoglie la sua Parola e aderisce alla sua Persona è in grado di spezzare il dominio della morte, e Gesù lo sottolinea nella risurrezione di Lazzaro, segno profetico della sua risurrezione.
E Lui è arrivato fino a te, si è chinato sulla tua vita e ha condiviso il tuo dolore, ha sentito la tua solitudine, ha messo la mano nella tua disperazione, non si è schifato del puzzo del tuo peccato, si è fatto uomo come te, per te!
"Gli dissero: "Signore, vieni a vedere!". Gesù scoppiò in pianto". Cristo scoppia a piangere come tu hai fatto tante volte davanti alla tomba della persona più cara al mondo, che ti ha lasciato quando era decisamente troppo presto… Tu hai pianto perché volevi che lui fosse qui ancora con te, ora. Gesù fa lo stesso con te. Cristo ti ama veramente. Questa è la sconfitta della tua morte; questo è l'Amore che ti spalanca il sepolcro, che è più forte della morte. L'Amore che vince. Non è con la forza, non è con la "Legge" e neppure con la vendetta che si vince il male che ci attanaglia ma è la forza dell'Amore. L'Amore che genera il Perdono.
La comunità cristiana vede nella risurrezione di Lazzaro il segno profetico del mistero che si attua nel battesimo. Il duello tra il bene e il male, tra la vita e la morte è uno scontro che sta davanti agli occhi di tutti. Il nostro mondo rivela la sua tragica maschera là dove la vita è umiliata e offesa in tutte le peggiori forme... E ancora, nei rapporti interpersonali, nelle violenze verbali, nei tradimenti dell'amore e dell'amicizia i sordi rancori sono veri attentati alla vita. Ma la fiducia va mantenuta in ogni caso.








Nessun commento: