martedì 15 luglio 2008

BEATA VERGINE MARIA DEL MONTE CARMELO

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


Carissimi, so che con questo post dovrei riportare il Vangelo del mercoledì della XV settimana del tempo ordinario, ma permettetemi di restare "in casa" e cioé con la beata Vergine Maria del Monte Carmelo. Infatti il 16 luglio in tutto il mondo si celebra questa solennità, e da carmelitano, come non posso ricordare a tutti questa festa così amata da tutto il popolo?
Il Vangelo, in questa data odierna, ci riporta ai piedi della croce (vedi Gv 19,25-27), e ci invita a contemplare l'icona del Cristo morente che ci offre Maria: "Ecco tua madre!". "E da quel momento – annota l'evangelista – il discepolo che Gesù amava...la prese nella sua casa". Parole che possiamo tradurre con: "L'accolse nella sua vita, nella sua intimità, tra i suoi beni". In ciò esprimendo la ricchezza spirituale della maternità di Maria e, al contempo, la necessità, per il credente, di lasciarsi affascinare dalla bellezza della vita nascosta con Cristo in Dio, di cui Maria è primizia.
Fare la commemorazione solenne della Vergine Maria del Monte Carmelo significa, dunque, fare spazio nel cuore a Maria per volgere in purezza lo sguardo al Cristo trafitto e risorto. Attenzione, però: "fare spazio nel cuore" non è un semplice slancio emotivo, occasionale, di superficie. Tutt'altro: è il volgersi di tutta la vita verso il mistero, concedendosi ad esso senza nulla trattenere per sé. Nessun altro bene né altra intimità se non quella del Cristo, indicata da Maria in quel suo stare ritta sotto la croce, nella fede. Al di là di ogni opposta evidenza.
Preghiamo, allora, così: Fare spazio nel cuore a Te, Signore: questo desidero, come Maria. Concedimelo nel tempo che vivo perché ogni ora di questo tempo d'attesa – attesa di vederti senza veli, così come sei – sia segnato dal desiderio di appartenerti totalmente, senza null'altro ambire né cercare.

scarica la liturgia delle ore





scarica la lectio divina





scarica i testi della Messa

Nessun commento: