giovedì 29 gennaio 2009

LASCIA LIBERA LA PAROLA DI DIO

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


Nel vangelo di oggi (vedi
Mc 4,26-34), ritroviamo due brevi storie che avvengono tutti i giorni nella vita di tutti noi che possiamo chiamare: “La storia del seme”. In questo piccolo seme abbiamo l'esempio di piccolezza dinanzi alla Parola di Dio.
Mi piace come inizia questo brano: mi fa pensare allo stile della lectio divina nei Padri che, prima di andare a dormire, leggevano la Parola di Dio e come dice il Vangelo "dorma o vegli, di notte o di giorno, il seme germoglia e cresce; come, egli stesso non lo sa".
Nel Vangelo, Gesù viene raffigurato da questo uomo sereno e fiducioso che consegna il seme alla terra e poi non si affanna né tormenta. Questo uomo sa che il seme ha una sua misteriosa forza intrinseca. Dentro un ritmo, che è il ritmo voluto dal Creatore della vita,, prenderà consistenza e a poco a poco crescerà fino a portare, a suo tempo, il suo frutto.

Attraverso questa immagine, Gesù esalta la grandezza di Dio il quale, allorché si manifesta nella storia di tutti i giorni, assume la forma di quella piccolezza che ci sta nella nostra vita e che magari non riusciamo ancora a vedere.
Dio provoca con questa piccolezza, ma perché ci vuole nel "Regno dei bambini", cioé in quel regno pieno di semplicità, serenità. Un cammino mite, libero con ali per volare e trovare riposo nel cuore di Dio e non nell'avere e possedere.
A questa "piccolezza" siamo chiamati anche noi, perché possiamo contribuire alla crescita del Regno di Dio nella quotidianità, sfrondati da tutto ciò che è preoccupazione e affanno della vita.
La mia preghiera di oggi sarà quella di entrare silenziosamente nel cuore. Mi lascerò provocare dalla Parola, mi lascerò attirare dal giogo lieve e soave di Gesù, mite e umile, ripetendo nel quieto ritmo del respiro:
"Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli".

2 commenti:

Paola ha detto...

Grazie per tutte le preghiere che invochi per tutti noi!!
Buon fine settimana.
Cari saluti
paola

Incontro alla luce ha detto...

Sono passata per questo blog, per caso...Sono suor M. Alessandra e tanto tempo fa fui seguita da un Padre Carmelitano a Genova...Sono molto legata a santa Teresina di Lisieux perché fu la seconda santa che conobbi in modo più profondo. Storia di un'anima rimane per me una miniera costante dove attingo i tesori più belli per la mia anima..Grazie, fra Vincenzo..Spero che anche tu verrai un poco sul mio blog!Una preghiera costante!