sabato 27 marzo 2010

DOMENICA DELLE PALME (ANNO C)

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


E' il giorno dell'Hosanna. Gesù entra trionfalmente in Gerusalemme e tutti pieni di gioia siamo contenti e festosi nel stendere palme e ulivi, segno di pace e di misericordia. Egli infatti viene a portare la pace, espressa dal simbolo per eccellenza della pace, secondo i testi sacri, che è il ramoscello d'ulivo, riferimento al dopo diluvio e alla purificazione della terra, dopo quaranta giorni di distruzione prodotta da una pioggia interminabile. Quaranta sono stati i giorni di preparazione alla Pasqua, identificati nel tempo quaresimale, che oggi si conclude, facendo spazio e largo alla settimana più importante di tutto l'anno liturgico, che è la Settimana Santa o Maggiore. Ma non tutti siamo coscienti di questo segno! Infatti, passeranno solo pochi giorni e quel "re" sarà condannato a morire su una croce sulla quale verrà scritto:"Gesù Nazareno, il Re dei Giudei". Basteranno pochi giorni e quella folla acclamante, e che da Gesù era stata spesso beneficata, griderà il suo tremendo "Crocifiggilo!". Un grido ripetuto con forza, un grido che non ammise repliche, neppure quando il governatore Pilato disse di non aver trovalo in lui nessun motivo di condanna. Un grido che non si smorzò neppure quando, dopo aver punito Gesù con la flagellazione, lo presentò ancora alla folla nella speranza di liberarlo; ma quella moltitudine di uomini, ormai presi nella spirale della violenza, gridò ancora una volta:"Crocifiggilo!".
Ciò ci ha fatto dimenticare la vera missione di Gesù. Rileggendo in questa settimana il lungo racconto degli ultimi giorni di Gesù, giorni più intensi e riassuntivi della sua esistenza, Lo ritroviamo che porta a compimento la sua missione di raccontare con la vita l'amore di Dio.
Ma il Signore gesù è sempre colui che umiliò se stesso, spogliò se stesso e che ci indica la strada più giusta e coerente con la nostra scelta di vita cristiana per pensare ed agire nell'ottica di quella sapienza che viene dalla sua Croce e dalla sua Morte in Croce.
Questa è la domenica che ci porta a riflettere e a chiedere perdono. E' la domenica che ci deve far prendere carico di un impegno di vita finalizzato sempre comunque all'amore ed alla misericordia.
Buona settimana di Passione a tutti voi!


per i testi della Messa clicca qui

per la lectio divina
clicca qui

per la slideshow clicca qui

2 commenti:

stella ha detto...

Grazie per questo post.

fra Vincenzo ha detto...

Di nulla. Santa domenica delle Palme!