sabato 4 dicembre 2010

II DOMENICA DI AVVENTO (ANNO A)

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!







In questa seconda domenica di Avvento abbiamo un personaggio particolare: Giovanni il Battista. Possiamo definirla questa domenica: la "domenica di chi grida nel deserto".
Sì, carissimi amici anche se son passati molti secoli c'è una voce che risuona nel deserto. E che cosa è questo deserto? Lo sappiamo, è un luogo arido, senza vita.
Oggi per deserto intendiamo anche la nostra vita, in quanto fatichiamo a dare senso alla nostra esistenza e di conseguenza, si presenta arida, senza energia, spenta.
Il battista oggi ci viene in aiuto, magari col suo modo irruento ma con una tenacia che è segno di vita e invito alla conversione.
Nel vangelo sentiremo queste parole: fate frutti degni di conversione. Questa conversione deve portare il suo frutto. Quindi la nostra vita è come un albero che si rinnova e che ogni anno ci da i suoi frutti. Ora questi frutti devono essere non solo buoni ma sopratutto belli in quanto creati dalla bellezza di Dio Padre.
Le parole che il Battista dice, saranno rinnovate da Cristo Gesù. Forse allora è il caso di prendere al balzo quest'invito alla conversione, in maniera tale che quando saranno ridette saremo pronti per farlo!!!
Qualcuno direbbe: di nuovo? Sì, perché la conversione è giornaliera non è di un istante. Il tempo forte dell'Avvento, partendo da quell'istante, non fa altro che annunciarci questa conversione e il motivo di ciò è che il regno dei cieli è vicino e questo regno sta dentro di noi e non chissà dove!!!
Ogni volta che il nostro deserto tende a fiorire, si comincia pian piano a sperimentarLo
In queste parole sta il grande sogno di Dio che si mescola al nostro sogno: la felicità!
Essa non è descritta come il piacere della vita, perché non è questa la felicità. La felicità sgorga da un cuore puro (cfr. Prv 4,23) capace di vivere il dono di sè. Di conseguenza la felicità è una scelta di vita per amore.
Quindi nessuna paura, ma con la gioia nel cuore continuiamo il nostro cammino; e con amore accogliamo l'invito del Battista facendoci anche noi voce di chi non ha voce per vivere e far vivere felici.




per i testi della Messa CLICCA QUI




per la lectio divina CLICCA QUI






* l'immagine è presa da http://www.graficapastorale.it/



Nessun commento: