sabato 22 giugno 2013

XII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


Continua il cammino di Gesù verso Gerusalemme. 
Durante il cammino avviene una sosta, una sorta di briefing da parte di Gesù: "la gente chi dice che io sia?... e voi chi dite che io sia?". 
Due son le domande per capire la realtà dei fatti, il cammino spirituale, il cammino di sequela.
L'ambiente ideale per queste domande è la preghiera. Del resto lungo tutto il vangelo lucano sentiremo sempre parlare di preghiera. Al di la questo particolare dell'Evangelista, trovare... capire chi è Gesù nella propria vita o chi deve essere messo al centro della vita, se non lo si fa in un contesto di preghiera, ardua sarà la salita! E' solo attraverso la preghiera che possiamo arrivare a dare una risposta su Gesù. 
Al di fuori della preghiera è difficile capire i segni dei tempi, capire che "il Figlio dell’uomo deve soffrire molto, essere riprovato dagli anziani, dai sommi sacerdoti e dagli scribi, essere messo a morte e risorgere il terzo giorno". 
Anche noi se un amico ci venisse a dire che la sua ora è vicina, subito respingiamo il pensiero.
Forse con l'amico lo possiamo fare... con Gesù è diverso perché la croce è del cristiano.
Il discepolo, infatti, è colui che l'abbraccia ogni giorno. Certo la quotidianità del soffrire non è di facile accettazione. 
Oggi, però cosa siamo disposti ad accettare? Chi segue Gesù teme di perdere la propria vita... teme di rinunciare alle proprie comodità, alle proprie idee.
Il cristiano non può sfuggire alla necessità della croce. E' importante allora fermarsi a pregare per capire...
Nella preghiera Gesù rivela se stesso e rivela anche la nostra realtà.
Gesù attraverso la preghiera, luogo di riposo e di decisione, offre il suo orizzonte con una speranza: “Chi perderà la propria vita per me, la salverà”. 
Questa austera prospettiva ha senso solo in riferimento a Gesù Crocifisso.
Perdere la propria vita, rinnegare se stessi è un lasciar cadere se stessi in piena libertà e creatività per vivere il mistero del Messia crocifisso, per vivere il progetto di Dio, "non come un esecutore di ordini ma come un artista sotto l'ispirazione dello Spirito" (Maritain).
Difficile realtà ma ricca di speranza per la risurrezione.

Buona Domenica nel Signore a tutti voi!

per i testi della liturgia CLICCA QUI

per la lectio divina CLICCA QUI




Nessun commento: