domenica 29 maggio 2016

SANTISSIMO CORPO E SANGUE DI CRISTO (ANNO C)

Celebriamo la solennità del Corpo e Sangue di Cristo, comunemente chiamata del Corpus Domini e che la tradizione vuole solennizzarla con una grande processione. 
La festa del Corpus Domini è una festa istituita a seguito del "miracolo" di Bolsena, nel 1264 da papa Urbano IV.
Celebrare questa festa non è una questione per evidenziare qualcosa di esteriore, come abitualmente pensiamo facendo varie genuflessioni, inchini e segni di croce e poi magari spezziamo questa esteriorità con la chiacchiera o peggio, con il cellulare. Non è questo!
Celebrare questa festa, secondo il Vangelo, è essere Eucarestia per l'altro il vero modo per onorare e adorare il “Corpo del Signore”, spezzato e donato per la salvezza di tutti gli uomini, fatto cibo per sostenere la nostra “vita nello Spirito”.
A noi resta guardare in profondità col cuore e lasciarsi trasportare, per continuare ad essere pane spezzato, «pane che viene mangiato», secondo il bellissimo testo della lettera di Ignazio ai Romani: «Sono il frumento di Dio e macinato dai denti delle fiere per diventare pane puro di Cristo». 
Come il Signore diventa pane nell'Eucaristia e si dona per la vita e la salvezza dell’uomo, così il cristiano che si fa discepolo di Gesù entra in questa dinamica di donazione.
L'Eucarestia è anche festa dell'unità, quella stessa unità per cui Cristo pregò tanto e che spesso deturpiamo con le nostre azioni.
Chiediamo in questo giorno santo il dono di essere Eucarestia nella vita di tutti i giorni non per genuflessioni e simili ma come Cristofori, portatori dell'Amore.

Buona festa del Corpus Domini a tutti voi!


per i testi della Liturgia Clicca qui
per i testi della Lectio divina Clicca qui




Nessun commento: