sabato 1 aprile 2017

V DOMENICA DI QUARESIMA (ANNO A)

Siamo verso la conclusione dell'itinerario quaresimale e questa domenica, V di quaresima, il Signore ci chiama a rinnovare il nostro impegno di conversione.
Nella lettura o ascolto del brano evangelico riguardante la risurrezione di Lazzaro, possiamo scoprire le nostre chiusure mentali e il morto che è in noi e che ha bisogno di incontrarsi con il Cristo Risorto. Infatti, il racconto culmina nella frase di Gesù su se stesso: “Io sono la risurrezione e la vita. Chi crede in me non morrà in eterno” (vv. 25-26). 
Lo scenario si apre nel segno dell'amicizia e dell'amore. Chissà cosa ci passa in mente quando parliamo di amicizia e amore. Difficilmente nella logica di Dio. Eppure è questa logica che è messa sotto i nostri occhi (vedi il cieco nato).
Anche a Betania vi è questa logica. Purtroppo ancora legata al passato, a ciò che è la tradizione. Guai a toccare la tradizione, vero!? Ed è proprio questo pensiero che vige nel Vangelo odierno. Se ci facciamo caso, Gesù non vuole avere a che fare con tutto ciò (è espresso dalle parole non entra nel villaggio), perché sta usando una pedagogia del tutto particolare. Farà più fatica con i fondamentalisti, con quelli dal cuore indurito e dalla dura cervice.
Anche nel nostro piccolo ci comportiamo così. Pii e devoti e poi se qualcuno non ci piace, non rientra più nei nostri following (per dirla secondo i social).
Egli chiama alla vita. Chiama tutti a vivere, cioè a risorgere. Questo significa uscire dalle nostre caverne, buie, umide, chiuse, sepolti da una grossa pietra. C'è necessità di liberarci di quelle bende che ci legano al peccato e al "si è fatto sempre così" e far sì, che Cristo Gesù irrori con le sue lacrime la nostra esistenza e renderla feconda.
E' la forza della risurrezione. E' la forza dell'amore che si fa strada in noi. A quanti l'accoglieranno, Dio farà si che anche loro siano pane spezzato per l'altro. Che siano amore fecondo per l'altro.
Dio è innamorato dei suoi amici e non li lascerà mai in potere della morte.
Accogliamo il suo dono!

Buona Domenica nel Signore a tutti voi!


per i testi della liturgia clicca qui
per la lectio divina clicca qui


Video a cura di Christian Media Center Sia


Video a cura di Gaetano Lastilla

Immagine, fonte: http://3.bp.blogspot.com/


Nessun commento: