venerdì 1 dicembre 2017

I DOMENICA DI AVVENTO (ANNO B)

Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate!

Iniziamo un nuovo anno liturgico accompagnati dall'evangelista Marco. Iniziare un nuovo anno è sempre una grazia per ricominciare, per sperare, per amare.
La liturgia ancora una volta ci rimanda agli ultimi tempi. È un fermarsi a riflettere su come amiamo, se siamo pronti. La parola chiave del vangelo è VEGLIATE.
Su cosa Gesù ci invita a vegliare? Paolo esorta così i cristiani: "è ormai tempo di svegliarvi dal sonno perché la nostra salvezza è vicina" (Rm 13,11).
Parlare di una salvezza vicina ci fa pensare a qualcosa o Qualcuno che sta per passare accanto alla nostra vita. Quando qualcuno passa abitualmente ci prepariamo per poterlo accoglierlo bene.
Per farlo abbiamo bisogno di destarci dal sonno, cioé, stare svegli, se no questo passaggio neanche lo vedremo.
Nella vita di ogni giorno, avvolti nel tran tran delle cose, questo tipo di passaggio ci può sfuggire facilmente. Ecco l'importanza del vegliare e del vigilare.
Il vigilare è anche un gettare lo sguardo sul presente e capirlo. Davanti abbiamo un presente spesso gettato in un silenzio trasformato in arma di difesa, carico di diffidenza, di ostilità; è una barriera impenetrabile dietro la quale si cerca di trincerarsi per non mettersi allo scoperto.
In questo contesto Dio passa. Non sappiamo quando: può essere nella pace della sera, nell'incubo della notte, all'aurora della speranza, nel mattino pieno della vita. Per noi è sempre più importante viverlo bene.
Questo passaggio di Dio tradizionalmente è segnato il 25 dicembre. L'avvento, infatti, ci prepara a celebrare l'Incarnazione di Dio. Ma il passaggio di Dio nella nostra vita personale non è esclusivamente il 25 dicembre di ogni anno, ma tutti i giorni.
Allora ogni giorno, tutti, siamo invitati a metterci in sintonia d'amore con il Veniente. Lo possiamo fare riscoprendo la vita interiore. Santa Elisabetta della Trinità definiva l'avvento "il tempo della anime interiori".
L'interiorità può farci vivere e attenzionare il presente: sarà la nostra grande virtù da riscoprire e vivere. Buon Avvento!

Buona Domenica nel Signore a tutti voi!


per i testi della liturgia clicca qui
per la lectio divina clicca qui

immagine, fonte: www.http://la-domenica.it





Nessun commento: