sabato 30 gennaio 2010

IV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (ANNO C)

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


Riprendiamo il discorso dove l'abbiamo lasciato domenica scorsa. Anche questa domenica siamo ancora nella sinagoga e ascoltiamo che "Oggi si è adempiuta la parola". Ogni parola, ogni gesto in questo testo è significativo: nel contesto liturgico la lettura della Scrittura si attualizza. La parola di Gesù è chiamata "parola di grazia": in lui la grazia e la benevolenza di Dio si sono rese visibili e operanti.
Ma c'è già qualcuno a cui quell'oggi non va' proprio giù. C'è già qualcuno, tra gli uditori della sinagoga, che pensa di conoscere già tutto. Come del resto anche nelle nostre odierne comunità. Invece di aprirsi nella fede e lasciarsi coinvolgere nel dono di Dio, i suoi compaesani si bloccano e si irritano. Il messaggio viene accolto, ma il messaggero viene rifiutato.
E' la traiettoria della vicenda di Gesù: rifiuto, incomprensione, desiderio di toglierselo di mezzo accompagneranno la sua vita fino agli ultimi suoi giorni. Anzi, fino agli ultimi giorni della storia dell'umanità.
Il rifiuto nasce perché il messaggero pretende di essere ascoltato come inviato da Dio. La patria di Gesù lo rifiuta perché è un cittadino qualunque e non porta prove per sostenere la sua pretesa di essere l'Inviato da Dio.
Proviamo a fermarci e a pensare alle delusioni nella nostra vita, alle ferite, sofferenze se tutto questo non è accompagnato da uno sguardo rivolto verso il Risorto è una continua ribellione del cuore.
Nelle parole del vangelo di questa domenica ci sta una novità: la novità di Dio aperto, Dio amore.
Questo Dio noi continuiamo a buttarlo fuori, a portarlo sul ciglio del burrone, ma dimentichiamo che l'altezza fa venire le vertigini e la vertigine non è paura di cadere, ma voglia di volare!
Dio ha questa voglia di volare nei nostri cuori e di conseguenza farci volare nel cuore dell'altro. Egli si gira, passa in mezzo a loro e si mette in cammino. Dio amore cammina anche in mezzo al rifiuto, perché ci rende capaci di volare!


per i testi della Messa CLICCA QUI

per la lectio divina CLICCA QUI



Nessun commento: