sabato 26 novembre 2016

I DOMENICA DI AVVENTO (ANNO A)

Iniziamo un nuovo anno liturgico con il tempo forte dell'Avvento in compagnia dell'Evangelista Matteo. L'Avvento mette ogni cristiano in attesa di Dio. 
Noi facilmente in questo periodo dell'anno lo attendiamo in quella famos "greppia", simboleggiando l'attesa tra addobbi, presepi e lauti banchetti e gozzoviglie.
Ma tutto ciò non fa parte della venuta del Signore.
L'evangelista questa domenica ci dice che facilmente Dio viene e non ce ne accorgiamo. La sua venuta, magari ha volti diversi (basta guardarsi attorno, o ascoltare e leggere i mezzi di comunicazione) ma il nostro cuore è pieno del «vizio supremo della nostra epoca» (R. Panikkar): la superficialità.
Tre sono i punti fermi iniziali da vivere: respirare, mangiare, amare per accorgersi del Suo passaggio.
Attenzione allora come viviamo la vita, quale giusto discernimento diamo per viverla secondo Dio.
In questo forte dell'Anno liturgico disponiamo un angolo del nostro cuore per l’incontro con la Parola, per sostare nel silenzio, per rendere più comprensibile la vita e vivere con fede il prossimo Natale del Signore che viene!

Buona Domenica e buon inizio dell'Avvento!

per i testi della liturgia clicca qui
per la lectio divina clicca qui



Video a cura di Gaetano Lastilla
immagine, fonte: www.lachiesa.it


Nessun commento: