venerdì 25 gennaio 2008

APPOGGIARSI ALLA POTENZA DELLA PAROLA DI DIO

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

La Parola di Dio ci dà sempre un insegnamento che aiuta la nostra fiducia, alimenta la nostra speranza e stimola la nostra responsabilità. Gesù paragona il regno di Dio al seme che "un uomo getta nella terra. Dorma o vegli, il seme germoglia e cresce; come, l'uomo non lo sa. Tuttavia la terra produce prima lo stelo, poi la spiga, poi il chicco pieno". Aggiunge anche la parabola del piccolo granello di senapa che diventa un arbusto grande (vedi Lc 22,24-30).
Con queste due parabole, Gesù ci fa capire che il regno di Dio è anzitutto un dono e non dipende dal tipo di sforzo umano ma dall'onnipotenza feconda della Parola del Signore e del suo grande amore, così come è successo nella vita dei Santi Timoteo e Tito. In questo senso, la Parola di Dio ci infonde molta speranza e fiducia, e ciò nonostante quello che vediamo intorno a noi. Certo, esistono le cose negative, minacciose; ci sono le guerre, la violenza, gli abusi di ogni genere, un potere che schiaccia i più deboli, una bramosia sfrenata per i soldi.
Quante volte ci chiediamo che non è facile vivere in questa maniera e che il Regno di Dio non cresca. Ma la realtà è ben altra! Il regno cresce come il seme. Noi non lo vediamo ma vedremo la sua pianta. Così il Regno sta crescendo in ogni persona che si lascia coinvolgere e illuminare interiormente dai suggerimenti della Parola di Dio, camminando secondo lo Spirito.
Intorno a noi e dentro di noi, ci sono quelle scintille di luce di amore di bontà di compassione che non fanno notizia nel mass media ma che portano avanti il regno di Dio nel mondo. Non dimentichiamolo; anche se stiamo vivendo la nostra croce e tutto ci sembra che finisca lì, il regno di Dio è dentro di noi e cresce man mano che la nostra vita diventa una risposta di amore all'Amore!
Preghiamo con queste parole riponendo tutta la nostra fiducia, speranza, fede nella potenza della Parola di Dio: Signore, aiutami ad appoggiarmi sempre di più alla potenza tua e allo stesso tempo ad agire in vista del Regno con fiducia e speranza.

Nessun commento: