lunedì 21 aprile 2008

CERCA LA PACE INTERIORE

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

In questi giorni stiamo ascoltando, come già vi ho già detto, le ultime raccomandazioni di Gesù prima di ascendere al Padre.
Nel Vangelo ascoltiamo questa rassicurazione: "Vi lascio la pace, vi do la mia pace. Non come la dà il mondo, io la do a voi" (vedi Gv 14,27-31).
Come accogliere e vivere questa Parola di vita? Gesù ci lascia un'eredità preziosa: ciò di cui l'uomo d'oggi ha particolarmente bisogno. Non si tratta, di quel bene che alle volte abbiamo tra le mani l'occasione per non perderlo e allora ce lo godiamo volentieri, ma se non c'è ne fai a meno tranquillamente. No, non si parla di questo! Se dentro di noi non abbiamo pace, se fuori di noi non c'è pace tutto piano piano svanisce, tutto si corrompe, si lacera, soffoca, muore. Mi viene a pensare la vita del re Saul, la sua vita alla fine era senza pace, senza Dio (vedi 1Sam 15), la sua barca si ritrovo senza vela e senza remi, senza motore. In balia delle onde.
Gesù dice al nostro cuore: "La mia pace ve la do non come la dà il mondo". Chiediamoci: che tipo di pace mi dà il mondo? Stiamo assistendo a tanti episodi di persone false che nascondono il loro operato dietro la bandiera della libertà, ma non si rendono conto che cosa sia la libertà. Quante volte diciamo più o meno: "faccio ciò che mi pare e piace!". Questa è falsa pace! È falsa libertà! Come quella che uno pensa di vivere facendo i comodi suoi senza per nulla pensare a quelli degli altri. Ed è pure falsa pace mondana quella di chi vede negli altri dei pericolosi concorrenti al proprio bene. Eppure già nell'Antico Testamento Dio dice: "Grande pace per chi ama la mia legge" (Sal 118). E quando Gesù ti dice che amare Dio e il prossimo è la sintesi della legge, ti mette in pista. Se poi quel che Dio ti indica coi suoi comandamenti è quello che Gesù ti insegna nel suo vangelo, non ti dico che infilerai la via della facilità schivando ogni fatica, ma quella assai più necessaria e preziosa: quella della pace di Gesù che nasce tutta e solo dall'amore.
Allora è importante che impariamo a vivere il vangelo dell'amicizia per poter iniziare a pregare, lasciando che la pace faccia nido nel nostro cuore più che mai risoluto e scegliere di amare Dio e il prossimo, perché con la pace migliaia di persone intorno a noi troveranno la salvezza.

Nessun commento: