sabato 17 maggio 2008

DOMENICA DELLA SANTISSIMA TRINITA'

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

Celebriamo in questa domenica la nostra fede nel Dio unico e trini che è Padre, Figlio e Spirito Santo. Questo è il mistero della Santissima Trinità, mistero fondamentale della nostra fede. Ispiritati dallo Spirito Santo, siamo chiamati a vivere questo mistero di comunione e di amore del Padre, con la grazia del Figlio. per essere testimoni della misericordia di Dio e della sua continua presenza nella storia.
In questa domenica troviamo un Dottore della Legge, Nicodemo, che va da Gesù di notte perché ci vuole capire qualcosa di più in questo mistero di Dio (vedi Gv 3,16-18).
Nicodemo ha tante domande in mente, tante cose che non gli sono chiare. Gesù lo ascolta e pian piano lo aiuta a comprendere. Nel dialogo tra Nicodemo e Gesù che abbiamo ascoltato oggi, nel racconto che ci fa l'evangelista Giovanni, è solo Gesù a parlare, mentre Nicodemo si fa suo discepolo e ascolta attento. Gesù sta spiegando qualcosa di molto molto importante, ma lo fa con il tono fiducioso di chi sta confidandosi con un amico che può comprendere bene. Purtroppo, però Nicodemo fa fatica a capire, così come noi oggi. Gesù cerca di spiegare l'unico motivo di tutta la sua missione: "Dio ha tanto amato il mondo...". Abbiamo poche semplici parole, ma bisogna proprio partire da qui! Da questo amore di Dio così grande, così immenso, così enorme, che è proprio senza misura! Questo amore di Dio ha bisogno di condividersi, di rendere partecipi tutti. Non soltanto, il Signore Dio vuole camminare con noi, in semplicità, e con la sua morte e la sua Resurrezione ci ha spalancato le porte di un altro dono incredibile e meraviglioso: la vita eterna. Chi si fida di questo amore senza misura che il Signore Dio ci offre, non deve temere la morte, perché sa che lo attende una vita senza fine, nella gioia e nella serenità.
Fermiamoci un attimo in preghiera silenziosa, ripensiamo alle parole ascoltate e dette da Gesù. Facciamoci aiutare dallo Spirito Santo e preghiamo con le stesse parole della liturgia: Padre, fedele e misericordioso, che ci hai rivelato il mistero della tua vita donandoci il Figlio unigenito e lo Spirito di amore, sostieni la nostra fede e ispiraci sentimenti di pace e di speranza, perché riuniti nella comunione della tua Chiesa benediciamo il tuo nome glorioso e santo. Per Cristo nostro Signore. Amen.
Lectio divina ------>SANTISSIMA TRINITA'
Slideshows ---------> SANTISSIMA TRINITA'

Nessun commento: