sabato 11 ottobre 2008

XXVIII DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


Il brano del Vangelo ci riporta ad una situazione di gioia, di festa. Un re che organizza un banchetto di nozze per suo figlio e, come si suol fare, manda le partecipazioni agli invitati. Molti rifiutano l’invito del re alla festa di nozze del figlio. In questo rifiuto vediamoci i mille rifiuti, in particolare i molti ragazzi e, soprattutto, adulti non accettano la proposta di fede. Come mai? Che resistenze ci sono?
L'uomo di oggi, nella sua preoccupazione di libertà e di intelligenza, ne trova varie sul cammino della fede, di vecchie e di nuove. Quanto è avvenuto all'origine per gli apostoli stessi, continua ad esistere ancora oggi, anche se in maniera diversa, nel nostro contesto culturale. Lo sviluppo delle scienze, l'intelligenza critica, le istanze dei diritti umani, il pluralismo circostante, il movimento di autonomia degli individui, sono una serie di fattori culturali che non si contrappongono alla fede cristiana – che, per altro, ha contribuito a farli emergere – ma che suggeriscono delle domande e la rendono più problematica.
La strada del Vangelo, in questa domenica, è aperta a tutti. Sta a ciascuno saper accettare l'invito.
Preghiamo così: O Padre, che ci hai raccolti nella Chiesa, comunità dei credenti, rendici forti per affrontare le prove della vita, testimoniando al mondo che la fede nel tuo nome conduce alla consolazione, in attesa del banchetto eterno nei cieli. Te lo chiediamo per Cristo nostro Signore.


scarica i testi della Messa



scarica la lectio divina



scarica la slideshow

Nessun commento: