sabato 4 maggio 2013

VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO C)

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!

Continua il discorso di Gesù ai suoi discepoli durante l'ultima cena. Amore e Parola, sono i due legami strettamente connessi per il cammino di fede e di risurrezione proposti in questa VI domenica di Pasqua.
C'è una fatica dei discepoli a capire questo tipo di legame, tanto è vero che Gesù dirà: chi non mi ama non osserva le mie parole, non riesce, non ce la può fare, non da solo. 
In questo discorso di addio Gesù non mette in chiaro delle istruzioni sul servizio, sull'essere servitore. Non parla di testimonianza o reciprocità tra i discepoli, ma l'amore per lui e per quanto ha rivelato, come condizione per entrare a far parte della comunione con Dio. Infatti, il Vangelo dice: e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. 
Il dimorare non è un costruire luoghi in onore della divinità, ma lo spazio in cui prende dimora Dio che è relazione.
Forse il nostro tempo ha molta fame e sete di questo dimorare. C'è un esame di coscienza da farsi per capire quante volte abbiamo perso il nostro orientamento verso Gesù. Tutte quelle volte che l'abbiamo fatto, siamo rimasti soli, nudi come il primo uomo della Genesi, costretto a coprire il suo allontanarsi da Dio.
Nel messaggio di questa domenica, Gesù ci chiede di osservare la sua Parola, di realizzarla, di incarnarla nelle nostre scelte. 
La fede, non è una devozione da vivere in processione, la domenica dentro quattro mura sacre o nei momenti di difficoltà. Non basta,  non ci fa fare l'esperienza dell'essere abitati da Dio Trinità.
Gesù continua a ripeterci esplicitamente: la fede va vissuta in un abitare la Parola, frequentarla, conoscerla, amarla, pregarla, meditarla perché Dio possa vivere dentro di noi!
Sì! Il Vangelo è indirizzato a tutti, ricordiamocelo. Nella vita di fede per tutti si deve ripetere l'esperienza di Zaccheo: lasciarsi incontrare dal Signore, perché lui trasformerà tutte le tue azioni.
Oggi più che mai siamo chiamati a sperimentare la gloria conoscendo e amando la Parola che ci permette di accedere a Dio.

Buona Domenica nel Signore a tutti voi!

per i testi della Liturgia CLICCA QUI

per la Lectio Divina CLICCA QUI



Nessun commento: