sabato 29 maggio 2010

SANTISSIMA TRINITA' (ANNO C)

Un caro saluto a te che leggi quanto scrivo!


Abbiamo celebrato la festa di Pentecoste che dopo otto giorni ne celebriamo il mistero: la Santissima Trinità, uno dei misteri principali della nostra fede cristiana e cattolica: un solo Dio, in tre persone, in dialogo d'amore. Forse senza rendercene conto è la Trinità che noi cristiani invochiamo (chiamano in causa) più spesso e nei momenti più importanti. Basta pensare solo il segnarsi facendo un segno di croce...
Nel Catechismo della Chiesa cattolica viene sottolineato che "Il mistero della Santissima Trinità è il mistero centrale della fede e della vita cristiana. È il mistero di Dio in se stesso. È quindi la sorgente di tutti gli altri misteri della fede; è la luce che li illumina. È l'insegnamento fondamentale ed essenziale nella «gerarchia delle verità» di fede. «Tutta la storia della salvezza è la storia del rivelarsi del Dio vero e unico: Padre, Figlio e Spirito Santo, il quale riconcilia e unisce a sé coloro che sono separati dal peccato». Ed aggiunge che "la Trinità è un mistero della fede in senso stretto, uno dei «misteri nascosti in Dio, che non possono essere conosciuti se non sono divinamente rivelati».
La festa della Trinità che oggi celebriamo, è l'esplosione della bellezza e della novità di Dio. Gesù ci fa incontrare un Dio inaudito, indeducibile da ogni premessa.
Gesù svela che il Volto di Dio è amore, festa, incontro, relazione, amicizia, comunione, famiglia, danza! Che spettacolo: la bellezza della Trinità è davvero imbarattabile con qualsiasi altra immagine di Dio in circolazione.
La Parola del Vangelo odierno è quella stessa di Gesù nel contesto del lungo discorso agli apostoli, alla vigilia della passione. Egli promette a quanti credono in Lui, lo Spirito Santo che chiama Spirito di verità perché "prende" quel che Gesù ha detto e ce ne illumina il senso, lungo i nostri giorni di vita, dentro quella storia umana in cui a poco a poco "le cose future" diventano presenti. E' dunque lo Spirito Santo che ci aiuta ogni giorno a capire meglio la verità di noi stessi, la verità di Dio amore, la verità del nostro renderci responsabili del bene nostro e altrui, solidarizzando con gli altri.
Preghiamo spalancando il nostro cuore al mistero di Dio Padre che, generando continuamente il Figlio nello Spirito Santo, rigenera continuamente anche noi se ci lasciamo guidare da Lui sulle strade della vita amando nello Spirito Santo:
O Spirito di verità, educami alla gratuità del servizio e alla gioia della comunione col Padre in Gesù, insieme a tutti i fratelli.


per i testi della messa clicca qui


per la lectio divina clicca qui

Nessun commento: