sabato 30 aprile 2016

VI DOMENICA DI PASQUA (ANNO C)

In questa domenica, VI di Pasqua, il brano evangelico ascoltato è preso dalla conclusione del primo discorso d’addio del vangelo di Giovanni. Gesù annuncia il suo commiato, riassume il senso della sua missione e prepara i discepoli all'impegno che li attende. 
Alla luce della Pasqua, ancora una volta è ribadito che "E' l'amore che conta", così come canta Giorgia. 
Sì, cari miei, il Vangelo è storia d'amore, storia di tutti i giorni dove io, se accolgo la Parola, sarò amato da Dio. Infatti, così Gesù dice: "e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui".
È un momento di grande intimità tra Gesù (Dio) e i suoi discepoli e la liturgia desidera farci coglierne le suggestioni d'amore che spesso, per una lettura affrettata, non sono percepite. Anche l'andare al Padre di Gesù è storia d'amore, necessario per compiere il disegno del Padre: introdurre l’umanità nella famiglia di Dio, nella vita trinitaria.
Gesù proprio questo, in questa domenica in cammino verso l'Ascensione e all'effusione dello Spirito Santo, ci fa capire questo particolare. 
L'ascolto può essere il punto di partenza per continuare a vivere una storia importante con Cristo, con Dio. E non solo. Ci aiuta anche a capire quelle situazioni che spesso rimangono legate e rilegate in qualche angolo della nostra vita, fuori dalla logica dell'Amore finché non riusciremo a leggerli sotto una nuova luce, quella dello Spirito, quella dell'Amore.
Urge il bisogno di aprire il cuore al dono dello Spirito Santo, di Colui che ci educa al Vangelo, all'Amore, «insegnandoci ogni cosa» e «ricordandoci tutto ciò che il Signore ci ha detto».

Buona Domenica nel Signore a tutti voi!


per i testi della Liturgia clicca qui
per la lectio divina clicca qui






APOSTOLATO DELLA PREGHIERA

Universale: Perché in tutti i Paesi del mondo le donne siano onorate e rispettate, e sia valorizzato il loro imprescindibile contributo sociale. 
Per l’Evangelizzazione: Perché si diffonda in famiglie, comunità e gruppi, la pratica di pregare il santo Rosario per l’evangelizzazione e la pace.
Dei Vescovi: Perché Maria, Madre della Chiesa, ci insegni a vivere sentimenti di tenerezza e di compassione. 
Mariana: Perché Maria, Madre della Chiesa, ci ricordi che il popolo santo di Dio, cui apparteniamo, ha per legge il precetto dell’amore.


Video a cura di Gaetano Lastilla
Immagine, fonte: http://la-domenica.it/vi-domenica-di-pasqua-2016/ http://it.dreamstime.com/




Nessun commento: